Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

CORONAVIRUS FASE DUE. DICHIARAZIONE DEL SINDACO BACCHETTA: "DA OGGI OSPEDALE COVID FREE. LUNEDI' ATTESE LE APERTURE DI BAR RISTORANTI BARBIERI E PARRUCCHIERI"
EC
13.05.2020 -

CORONAVIRUS FASE DUE. DICHIARAZIONE DEL SINDACO BACCHETTA: “DA OGGI OSPEDALE COVID FREE. LUNEDI’ ATTESE LE APERTURE DI BAR RISTORANTI BARBIERI E PARRUCCHIERI”

Coronavirus Fase Due. Mercoledì 13 Maggio 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “I dati di oggi registrano nessun nuovo positivo e nessun nuovo guarito con un ulteriore consolidamento della situazione. Presto alcune misure di contenimento saranno allentate, potranno riaprire alcune categorie tra cui bar, ristoranti, barbieri, parrucchieri, operatori che hanno pagato un prezzo alto nel periodo della Fase Uno. La ripresa e l’adeguamento alle misure di sicurezza sarà complesso ma anche il Comune aiuterà per facilitare questa ripresa affinchè le attività possa ripartire ed insieme anche l’occupazione. Tutto questo potrebbe essere vero fin da lunedì 18 maggio. Facciamo a tutti gli interessati un grande in bocca al lupo sperando che l’apertura ci sia nel rispetto di ogni cautela. Da oggi il nostro ospedale che ha un reparto COVID dedicato è Covid free, non ha degenti malati di questo virus. Ringraziamo le Farmacie Comunali per aver donato un letto attrezzato all’ospedale, che ha dovuto impegnarsi a fondo per fronteggiare questa emergenza inedita. Voglio fare gli auguri a Marietta Fortuna che oggi compie cento anni. Buon compleanno e che ne possa festeggiare ancora molti. Avere molti tifernati ultracentenari è un bel segno, significa che qui si vive bene”.



CORONAVIRUS, FASE DUE. SECONDI: “CONTINUA TREND ZERO NUOVI POSITIVI. ATTESA PER LA FASE TRE E PER LA RIPARTENZA. COMUNE PRONTO A FARE LA SUA PARTE ”

Coronavirus, Fase Due. Martedì 12 Maggio 2020. Dichiarazione del vicesindaco Luca Secondi: “Anche oggi ci sono notizie positive, nessun nuovo caso. Questo è un elemento di rassicurazione nella prudenza generale perché i numeri si devono consolidare affinchè il virus possa essere debellato. Ringrazio le Farmacie Tifernati che hanno donato all’ospedale di Città di Castello un lettino sanitario attrezzato. I gesti di solidarietà non si fermano con l’uscita dall’Emergenza. Tra le comunicazioni importanti per la Fase Tre, la Regione Umbria nel confronto con il livello nazionale sta valutando le riaperture già dal 18 maggio, auspichiamo che possa avvenire nel massimo della sicurezza con protocolli chiari e differenziati per attività. Noi come comune ci mettiamo a disposizione con il nostro sito istituzionale, pubblicando tutta la produzione normativa a proposito. La riapertura sarà legata anche al Decreto Rilancio nel quale ci sono molte misure che interessano il territorio e la produttività a cui l’ente locale si dovrà far trovare preparato. Ad esempio le pratiche per gli eco-bonus e sisma-bonus passeranno per il comune, che dovrà fare la sua parte ”.




CORONAVIRUS, FASE DUE. BACCHETTA: “ALTRI 2 GUARITI. GUARDANDO ALLA FASE TRE, SGRAVIO SUOLO PUBBLICO  PER RISTORANTI E BAR, FORSE CINEMA D’ESTATE”
Coronavirus, Fase Due. Lunedì 11 Maggio 2020. Dichiarazione del sindaco Luciano Bacchetta: “Anche oggi buone notizie sul fronte del COVID 19. Ci sono altri due guariti per 17 positivi complessivamente e 93 guariti. Sono dati eccelenti che confermano il trend delle ultime settimane. Lasciamo agli scienziati le interpretazioni. Il terreno che ci compete è il ritorno alla vita normale sia per le persone che per le attività. Siamo in attesa delle decisioni del Governo e della possibilità di differenziare le misure da parte delle Regioni. Se questo si realizzasse, dalla prossima settimana potrebbero riaprire non solo le attività commerciali ma anche il mercato nel suo complesso. Sarebbe un bel segnale. Noi stabiliremo che i pubblici esercizi non debbano pagare la tassa per l’occupazione di suolo pubblico per svolgere la loro attività nel rispetto delle misure di sicurezza e di distanziamento sociale. La stagione estiva su questo fronte ci aiuterà. Stiamo pensando di offrire qualcosa ai nostri concittadini anche nei mesi estivi. Non sarà possibile un grande afflusso ma con le dovute accortezze lavoriamo a iniziative alternative come il cinema all’aperto. Naturalmente ci muoviamo a vista perché tutto deve essere correlato agli sviluppi del Covid 19 ma, se i segnali rimarranno buoni, potremmo tornare a svolgere molte attività che si svolgevano prima. Presto si apriranno i musei e la biblioteca per rendere meno disagiato possibile questo momento anche se i problemi non si risolvono, specialmente adesso, con la bacchetta magica. Guardando più avanti pensiamo anche alla stagione autunnale perché se i dati continuano ad essere positivi possiamo progettare in maniera più costruttiva il futuro prossimo”.





CORONAVIRUS FASE DUE: DICHIARAZIONE DEL SINDACO DI CITTA DI CASTELLO LUCIANO BACCHETTA: “PRIMO CAFFE’ IN CENTRO, MI SONO COMMOSSO. TIFERNATI RISPETTOSI, LA NORMALITA’ E’ PiU’ VICINA”
Coronavirus Fase Due. Domenica 10 maggio 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “Anche oggi nessun positivo nuovo ed un guarito per cui il totale dei positivi è di 19 persone. Voglio ringraziare l’AIS di Città di Castello, l’associazione Sommellier, che ha fatto una bella donazione agli infermieri dell’ospedale che insieme al personale sanitario sono stati in prima linea. Un segnale di solidarietà che va colto ed apprezzato. Questa mattina come sindaco e come cittadino sono andato in centro storico, è la prima volta che ci torno e mi sono quasi commosso a prendere un caffè in un bar, insieme ad alcuni amici, a distanza debita. Questo invece è un segno di ritorno alla normalità e noi verso gli operatori del commercio e dei pubblici esercizi colpiti dalle misure di distanziamento sociale introdurremo misure di agevolazione ed incentivo per accelerare la ripresa. Naturalmente ogni passo deve essere graduale e rispettoso delle norme ma stiamo ritornando a vivere grazie anche ai tifernati, che, nella ricognizione di questa mattina, ho visto con le mascherine, nonostante il caldo. E’ la manifestazione di una grande coscienza sociale. Se i dati continueranno ad essere confortanti, il ritorno alla normalità non sarà lontano. Questa è la speranza per tutti  noi, riappropriarci della vita che conducevano fino a due mesi fa”.




CORONAVIRUS FASE DUE. DICHIARAZIONE DEL SINDACO: “NESSUN NUOVO POSITIVO ED 1 GUARITO, 17 PERSONE IN QUARANTENA”
Coronavirus, Fase Due. Sabato 9 maggio 2020. Dichiarazione del sindaco Luciano Bacchetta: “Oggi abbiamo commemorato come il Coronavirus lo rende possibile Venanzio Gabriotti, rispettando le indicazioni delle autorità. Il suo messaggio in questo contesto assume un significato anche maggiore. Continueremo il bollettino quotidiano fino a domenica 17 maggio 2020 poi con la Fase Tre rallenteremo i ritmi perché le circostanze non lo richiedono più fortunatamente e terremmo aggiornamenti settimanali concentrandoci sulle attività dei singoli settori. Nessun nuovo positivo e 1 guarito per complessivi 20 positivi e 90 persone guarite. I dati sono molto buoni pensando alla complicata situazione iniziale. 17 persone sono in quarantena precauzionale. Da oggi c’è un ampiiamento degli ingressi nei cimireri. Sono state distribuite le 6600 mascherine alle farmacie. Devo fare i complimenti per la gestione del mercato perché le presenze sono ordinate e sicure, senza i temuti assembramenti. Con l’auspicio che presto possa tornare nel centro storico”.



 
CORONAVIRUS, FASE DUE. DICHIARAZIONE DEL VICESINDACO SECONDI: “ZERO POSITIVI E 3 GUARITI. SPESA PUBBLICA DECISIVA PER LA RIPRESA”

Coronavirus, Fase Due. Venerdì 8 maggio 2020. Dichiarazione del vicesindaco Luca Secondi: “Aggiorno la situazione con altri dati positivi: zero nuovi casi e 3 guariti con una costante decrescita del fenomeno. Questi numeri ci danno tranquillità ma non dobbiamo abbassare la guardia. Osservate le misure di distanziamento sociale e indossate i dispositivi di protezione. Ringrazio Tecniconsul Energia che ha donato 3000 euro per collaborare con la società rionale Madonna del Latte alla riattivazione degli orti sociali, chiusi nel momento dell’Emergenza Coronavirus. Questi interventi permetteranno di ripartire con maggior tranquillità e penso che sia un segnale molto gradito dalla comunità. E’ accaduto anche grazie all’intercessione della collega di Giunta Monica Bartolini. L’attività dei Lavori Pubblici non si è mai fermata ed ora sta operando sul versante della cantieristica. Proprio oggi ci è arrivata la comunicazione della conclusione del progetto della scuola di Promano: l’iter amministrativo è a buon punto e ora dovremmo procedere con l’affidamento della gara dei lavori per 500mila euro. E’ un esempio perché ritengo fondamentale nella ripartenza la spesa pubblica. Sentiamo parlare di defiscalizzazione ma la spesa pubblica sarà decisiva nel dare un’iniezione di denaro e una spinta in avanti all’economia. Attendiamo il decreto del Governo successivo al cosidetto Cura Italia e vedremo quali misure saranno adottate perché condizioneranno i comuni, pensiamo solo che cosa significherebbe la riapertura dei centri estivi per le famiglie. L’attività amministrativa è tesa a dare risposte di volta in volta ma è legata a scelte regionali e nazionali”.
 




 


CORONAVIRUS  FASE 2 . DICHIARAZIONE DEL SINDACO DI CITTÀ DI CASTELLO BACCHETTA : “NUOVE RIAPERTURA. ACCESSI Più AMPI AI CIMITERI. CONDANNA PER ATTO VANDALICO SU MURA”
Coronavirus Fase 2. Giovedì 7 maggio 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “Anche oggi i dati sono incoraggianti: un guarito e nessun nuovo positivo. 86 guariti e 24 positivi i numeri complessivi. Circa 100 persone in isolamento domiciliare. Dobbiamo aspettare cosa accadrà tra quindici giorni e se il ritorno ad un po’ di vita sociale ci espone a nuovi contagi. Tutti speriamo di no ed anche dopo un colloquio con la Prefettura, la filosofia di fondo è evitare assembramenti che possano determinare nuovi casi. Evitiamo di raggrupparci, specialmente ragazzi, adolescenti e bambini, anche se loro sono le categorie più compresse. Raccomando il rispetto delle regole, che mi sembra ci sia, e un atteggiamento molto responsabile. La tendenza positiva ci deve far tendere a stabilizzarla per evitare un nuovo giro di vite. La Prefettura ha comunicato nuove aperture per bici, natanti, autocarri, macchinari, motovetture, restauro opere d’arte, tolettatura di animali da compagnia, che avevano sollecitato, e presto parrucchieri ed estetisti.  Queste categorie si sono comportate molto bene in generale, tranne piccolissime eccezioni e nonostante il notevole danno avuto dal Covid. Li voglio ringraziare del sacrificio. Rispetto ai cimiteri, cambiano le regole e le maglie si allargheranno di più. Da sabato 9 maggio la mattina entreranno le persone con cognomi compresi tra A-K e nel pomeriggio L-Z, viceversa domenica. Stessi criteri per Trestina, Cerbara, Santa Lucia, Lerchi, San Secondo, Lugnano, Morra, Canoscio, Piosina, San Leo Bastia, Riosecco, Promano. Chiudiamo con un episodio che vogliamo stigmatizzare: l’atto vandalico sulle mura cittadine, oggetto di un grande investimento passato ed anche prossimo nella parte ancora da restaurare. Non so chi ha compiuto il danneggiamento o perché ma si deve vergognare perché è un patrimonio artistico culturale di tutti e tutti abbiamo pagato perché fosse conservato e valorizzato”.  



 

CORONAVIRUS  FASE 2 . DICHIARAZIONE DEL SINDACO DI CITTÀ DI CASTELLO BACCHETTA : “DUE NUOVI GUARITI. IN DISTRIBUZIONE 6600 MASCHERINE. SGRAVI PER CATEGORIE PENALIZZATE DA LOCK DOWN”

Fase 2 Coronavirus. Mercoledì 6 maggio 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “Nessun nuovo positivo e due persone guarite nella giornata di ieri. I positivi sono in calo e le persone guarite in aumento giornaliero, secondo i dati della Asl che ringraziamo per la collaborazione. I positivi complessivi sono 25 e questo numero ci fa ben sperare. Da oggi alla fine della Fase 2, il 18 maggio, vedremo che andamento assumerà il contagio e speriamo che continui l’attuale tendenza, grazie alla responsabilità dei cittadini, che mi sembra stiano osservando anche in questa seconda fase tutte le misure di sicurezza. La collocazione attuale del mercato è del tutto temporanea e provvisoria; non appena tornerà ad essere un vero mercato con tutte le tipologie sarà trasferito nel suo luogo storico. Stiamo studiando forme di sostegno ed aiuto agli operatori che hanno subito conseguenze economiche da questa vicenda: commercianti, alberghi, bar. Andando verso l’estate avranno bisogno di strutture esterne ad esempio e quindi li metteremo in condizione di fare queste operazioni senza pagare le tasse relative. Per quanto riguarda le mascherine, la Regione Umbria ne ha inviate 6600, saranno distribuite a over 65 e categorie vulnerabili in via preferenziale dalle farmacie comunali e private. La collaborazione con la Regione mi sembra che abbia funzionato in maniera proficua con gli enti locali, non abbiamo nulla da rimproverare ma dovrà continuare anche nel prossimo periodo. I numeri ci dicono per ora che la prospettiva è abbastanza rassicurante anche se gli sviluppi di Covid sono imprevedibili e sconosciuti agli stessi scienziati. Abbiamo recuperato alcuni spazi di socialità ma vediamo che cosa sortirà questo allentamento di alcune misure perché sulla base dei contagi registrati il prossimo 18 maggio si deciderà se ci sarà una fase 3 e come sarà”.  

 

 


CORONAVIRUS  FASE 2 . DICHIARAZIONE DEL VICESINDACO DI CITTÀ DI CASTELLO SECONDI: “ACCELERAZIONE CON LA FINE DEL LOCK DOWN. AFFIDATI LAVORI IN 5 SCUOLA, TERMINATA PIAZZA DELLE TABACCHINE (EX ARCHEOLOGIA). DA META’ MAGGIO INTERVENTI SU STRADE”

Fase 2 Coronavirus. Martedì 5 maggio 2020. Dichiarazione del vicesindaco di Città di Castello Luca Secondi: “L’aggiornamento di oggi conferma la tendenza al regresso del virus, con zero positivi anche se registriamo una vittima tifernate di COVID 19 di 63 anni. Il nostro pensiero va alla famiglia e a quanto questa pandemia sia pericolosa. Anche nella Fase 2 dobbiamo avere un comportamento consono, opportuno e il buon senso di ognuno di noi è la migliore risposta possibile per contrastare questa situazione. Preferisco parlare di distanziamento fisico e non sociale fino a quando la risposta definitiva non venga dal mondo scientifico. La situazione è infatti molto pesante anche dal punto di vista economico oltre che della relazione. Annuncio la riapertura delle isole ecologiche, domani a Trestina e poi quella di via Mascagni. Sarà cura dell’assessore all’Ambiente Massimo Massetti dare le indicazioni di dettaglio. Ieri hanno cominciato le riaperture dei cimiteri. Esprimo parole di ringraziamento agli Uffici comunali, coordinati dal geometra Stefano Mori e al personale de Il Poliedro per la gestione delle riaperture. In questo periodo l’Amministrazione non si è fermata, laddove poteva: è stata affidata la progettazione di cinque scuole durante il lock down: l’asilo nido Coccinella, la scuola dell’infanzia di Montedoro e di Trestina, la primaria di La Tina e Userna; la progettazione è in corso per i plessi di San Filippo e Badia Petroia. La progettazione si è conclusa per le mura urbiche e partirà a metà maggio l’affidamento dei lavori di asfaltatura per un milione 900 mila euro, che nel bilancio vorremmo ulteriormente integrare. Anche cantieri stanno ripartendo: nella seconda metà maggio quelli di riqualificazione stradale, conclusi i lavori di Piazza delle Tabacchine (Piazza dell’Archeologia, ndr) dove proprio oggi abbiamo fatto un sopralluogo per la sistemazione  area verde. Speriamo di poter andare velocemente all’inaugurazione. Concludo invitando i tifernati a tenere comportamenti consoni, opportuni, per proseguire su questa tranquillità che abbiamo conquistato con lo sforzo di tutti noi”.

 



 

 

 

CORONAVIRUS  FASE 2 . DICHIARAZIONE DEL SINDACO BACCHETTA: “PRIMO GIORNO DI RIAPERTURE. CIMITERI, PARCHI, MERCATI MA ATTENTI A RISPETTARE MASCHERINE E DISTANZIAMENTO SOCIALE”
Coronavirus Fase Due. Lunedì 4 maggio 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “É iniziata la cosiddetta Fase 2 e sono stati riaperti i parchi cittadini su cui è stato organizzato il controllo dell’associazione Carabinieri in congedo e di altri soggetti del volontariato, sotto il coordinamento del Coc. Da domani, martedì 5 maggio, sono riaperti i mercati alimentari e dei produttori agricoli a Città di Castello presso l’Ansa del Tevere, e a Trestina in via d’Aquino; giovedì e sabato anche il mercato settimanale si trasferirà a piazzale Ferri. Abbiamo riaperto il cimitero monumentale e domani anche tutti gli altri. Questa disciplina durerà il tempo necessario ma è importante per ricominciare il sicurezza. Dalla settimana prossima ci sarà un ampliamento nell’accesso ma in questa primissima fase dobbiamo essere molto attenti. Ci conformeremo alle direttive del Governo sulle mascherine così da renderle obbligatorie quando si è in presenza di altre persone o in luoghi chiusi ma è opportuno averle sempre con sè perché possono essere necessarie per mantenere il distanziamento sociale. A questo proposito voglio ringraziare la ditta Genesi che ci ha fatto dono delle mascherine con disegnato lo stemma della nostra città, un regalo particolarmente gradito che cercheremo di far estendere il più possibile. Dalla Regione Umbria arriveranno 6500 mascherine e 6500 paia di guanti che verranno distribuiti dalle Farmacie in via preferenziale per gli over 65 e le fasce sociali deboli. Speriamo che si possano estendere ma ringrazio la Regione Umbria perché un segnale che va accolto in maniera soddisfatta dato che con le mascherini dovremmo convivere. È riaperto stabilmente a Trestina l’Ufficio di Poste Italiane, una misura che avevamo caldeggiato da tanto tempo visto il bacino di persone che servono. Lo interpreto ugualmente come un segnale di incoraggiamento in questo inizio di Fase 2. Tuttavia non dobbiamo farci trascinare dall’euforia: abbiamo ancora 28 positivi, abbiamo un numero non piccolissimo in quarantena precauzionale, una tifernate di 63 anni è deceduta e per questa perdita esprimiano alla famiglia il cordoglio dell’Amministrazione e le più sentite condoglianze. Non siamo ancora alla fase del Liberi tutti ma anzi dobbiamo stare molto attenti perché una ripresa dei contagi ci farebbe tornare indietro immediatamente alle misure dell’Emergenza. In questa fase saremo più in contatto ma continuiamo ad indossare i dispositivi di tutela e osserviamo il distanziamento sociale perché non dobbiamo perdere il terreno guadagnato sul fronte del contagio. Oggi hanno riaperto anche la maggior parte delle aziende ed è necessario tenere sotto controllo il virus anche per fare in modo che continuino a rimanere aperte”.


EMERGENZA CORONAVIRUS. DICHIARAZIONE DEL SINDACO DI CITTA’ DI CASTELLO: “RIAPRONO I CIMITERI, DOMANI IL MONUMENTALE, MARTEDI’ GLI ALTRI, ACCESSI SCAGLIONATI PER COGNOMI. 3 NUOVI GUARITI”

Emergenza Coronavirus. Domenica 3 maggio 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “Aggiorniamo la situazione con importanti novità: sul fronte sanitario 3 nuovi guariti e nessun altro positivo. Il totale è di 83 persone guarite e di 28 positivi con un numero ancora consistente di persone in isolamento fiduciario. Per questo il Governo ha accolto la richiesta dei comuni italiani per la riapertura dei cimiteri. A Città di Castello abbiamo 47 cimiteri, da domani, lunedì 4 maggio 2020, riaprirà il cimitero monumentale, nell’orario dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 17,00, da martedì 5 maggio gli altri 46 cimiteri. Devono essere garantite limitazioni agli ingressi. Per evitare assembramenti e confusioni l’accesso sarà scaglionato in base ai cognomi, queste norme saranno nella settimana successiva allentate. Da martedì riapriranno dalle 9,00 alle 12,00 e dalle 14,00 alle 17,00 con accessi scaglionati sempre per cognomi. Queste regole sono condizione per la riapertura in sicurezza. Tutte le informazioni sono sul sito del comune e sulla cartellonistica all’esterno dei cimiteri. Un passo avanti è stato compiuto. Nella prima settimana sono limitazioni necessarie che ci saranno anche nella seconda per motivi prudenziali. E’ un fatto molto positivo. Con il ritorno all’attività lavorativa di migliaia di persione possiamo dire che si va verso la normalità, una normalità con tutte le accortezze a tutela della sicurezza dal contagio. Voglio fare gli auguri ad Ugo Caselli e alla signora Lucia Falleri per le nozze d’oro, che, stante la situazione, non possono festeggiare. Ricordo oggi pomeriggio alle 17.00 sul canale You tube del comune, su Facebook ed Instagram il concerto #unaltradomenicainsieme a cura del maestro Fabio Battistelli e del prof. Rosario Salvato. 300 musicisti tra cui anche nomi importanti come Frankie, Elio e David Riondino suoneranno come segno di speranza verso la Fase due e la sconfitta definitiva del virus. Ricordo che ancora abbiamo dei positivi e quindi la precauzione deve essere la nostra bussola anche nelle prossime settimane”.

 


EMERGENZA CORONAVIRUS. DICHIARAZIONE DEL SINDACO LUCIANO BACCHETTA: “TORNA A CASA UN PAZIENTE COVID RICOVERATO DA UN MESE A CITTA’ DI CASTELLO. UN NUOVO POSITIVO, RIAPERTURE PER I MERCATI ALIMENTARI”. MASCHERINA BIANCO NERA PER IL SINDACO

Emergenza Coronavirus. Giovedì 30 aprile 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “mi è particolarmente grato fare l’aggiornamento quotidiano in questa giornata in cui un paziente COVID ricoverato da oltre un mese e mezzo a Città di Castello è tornato a casa. E’ un bellissimo segnale della grande professionalità dei nostri operatori: era in condizioni critiche in terapia intensiva ed ora sta così meglio da essere stato traferito nella mattina di oggi in elicottero a Bergamo, dove risiede. Dobbiamo essere molto orgogliosi del grande lavoro fatto dal nostro ospedale, hanno dato una risposta eccezionale, da molti giorni i risultati sono eccellenti. Davvero hanno dovuto affrontare un lavoro improbo, complicato, a volte misconosciuto ma sono stati all’altezza e la città deve essere loro riconoscente. Per quanto riguarda i dati abbiamo un nuovo positivo dopo due settimane di assenza di positivi. Si tratta di un familiare di una persona già positiva. Quindi il virus si è sviluppato dentro una nucleo familiare, come era altamente prevedibile, e non si tratta di un nuovo focolaio. Facciamo gli auguri di pronta guarigione alla persona interessata. Il dato complessivo è di 31 positivi e 80 guariti, speriamo che i guariti continuiano ad aumentare mentre faticosamente torniamo alla vita di prima. L’Amministrazione comunale sta lavorando per dare le prime risposte di riaperture in sicurezza. Martedì ripartirà il mercato biologico a Città di Castello e mercoledì il mercato alimentare a Trestina, giovedì e sabato il mercato alimentare nel centro storico. Naturalmente dovremmo rivedere la collocazione anche se rimarrà nel centro storico perché così è nella nostra storia. Ugualmente dobbiamo garantire la sicurezza ad operatori e cittadini. E’ necessario essere prudenti ed accorti e mantenere i presidi: a questo proposito voglio ringraziare l’amico Marcello Marini, per la donazione di alcune mascherine bianconere, realizzate nella azienda artigiana Anastasis di cui è titolare. Purtroppo tra molte cose a cui abbiamo dovuto rinunciare ci sono anche i campionati di calcio. E’ un amico e ha voluto farmi un regalo con i colori della mia squadra del cuore che è la Juventus; ma è a disposizione per realizzarle anche con i colori di altre squadre. Voglio concludere ringraziando per altre donazioni che ci sono state: la famiglia Bacchi attraverso il braccio operativo Geld ha donato un’apparecchiatura digitale sofisticata all’ospedale, l’AACC attraverso il presidente Cesarotti ha donato presidi importanti all’ospedale, stamattina c’è stata la consegna delle opere della famiglia Rosmini, la donazione della famiglia Paladino. Sono attestazioni del grande senso di solidarietà dei tifernati. Io spero che nei prossimi giorni ci siano altri guariti. L’Amministrazione deve seguire le indicazioni del Governo: i cimiteri rimangono chiusi. Chi li ha aperti, è stato costretto a richiuderli. I sacrifici sono per tutti ma alcune cose stanno cambiando. La prossima settimana riapriremo i parchi. Il Coronavirus è un nemico insidioso e lo possiamo sconfiggere solo con la grande consapevolezza di ciò che dobbiamo fare ”.



 

EMERGENZA CORONAVIRUS. DICHIARAZIONE DEL SINDACO DI CITTA’ DI CASTELLO LUCIANO BACCHETTA: “IL 1MAGGIO ORTI E  IL 4 MAGGIO PARCHI RIAPRONO CON CONTROLLI. ALLO STUDIO MISURE PER LE CATEGORIE PIU’ PENALIZZATE DAL LOCK DOWN”

Emergenza Coronavirus. Mercoledì 29 Aprile 2020. Dichiarazione del sindaco Luciano Bacchetta: “Anche in questa giornata ci sono buone notizie. I dati trasmessi dalla ASL Umbria parlano di zero positivi, 80 persone guarite e soltanto 30 persone positive, Ci sono poi persone in isolamento precauzionale ma non risultano positivi e ci auguriamo che non lo siano neanche in futuro. I numeri sono buoni, c’è una linea discendendte molto forte, senza nuovi casi e con tante guarigioni. Merita, dopo un momento di emergenza, ricordare che ne siamo usciti grazie al lavoro compiuto dalla ASL sia come ospedale che come territorio, sul fronte della ricostruzione epidemiologica per circoscrivere i contagi, e al senso di responsabilità dei cittadini, un sacrificio compiuto in nome della salute di tutti. Le misure di contenimento sociale hanno funzionato anche in virtù di questa diligenza. Il controllo e la repressione, che pure ci sono stati, non sarebbero stati efficaci senza la collaborazione dei cittadini. Sono molto contento, anche se ci sono state alcune pochissime eccezioni, del comportamento dei tifernati. Voglio ringraziare Amare che, tramite il suo presidente Carlo Paladino, ci ha comunicato una donazione per l’ampliamento dei Buoni Spesa. Abbiamo già fatto oltre 800 distribuzioni, ne faremo altre grazie alle liberalità di singoli e associazioni. Rispetto agli orti sociali, diversi dagli orti privati, che svolgono un’importante funzione, riapriranno dal 1 Maggio con il controllo dell’Associazione Carabinieri in congedo. L’afflusso e le attivitò devono svolgersi in sicurezza perché il Covid 19 non è stato ancora sconfitto e quindi bisogna tenere alta la guardia e consentire ai pensionati che gestiscono gli orti di accedere in sicurezza. Il 4 maggio riapriremo anche i parchi pubblici con un sistema di controllo e verifica affinchè non si creino assembramenti. E’ necessario per bambini e adolescenti che da due mesi vivono chiusi in casa.  C’è una polemica in atto per le molte categorie escluse dalla ripresa del 4 maggio e tra queste la tolettatura degli animali, in cui vivono e lavorano diverse persone. Ci hanno chiesto di intervenire perché il loro codice Ateco sia incluso tra chi potrà ripartire e lo faremo perché penso che sia giusto concepire un ritorno al lavoro il più esteso possibile sempre in sicurezza. Stiamo studiando forme di aiuto per le categorie che hanno sofferto di più la chiusura - bar, ristoranti, pubblici esercizi, alberghi - e per i quali non si conosce ancora una data precisa. Cercheremo di dare loro una mano per quanto possibile. Infine domenica 3 maggio 2020, in coincidenza con la fine del lock down, alle 17.00 abbiamo organizzato con il maestro Fabio Battistelli ed il prof. Rosario Salvato, un’iniziativa musicale simile al concerto di Pasqua. Ci saranno 300 musicisti e il saluto di grandi artisti che hano vissuto o hanno incontrato il successo a Città di Castello. Sarà un modo per stare insieme e sperare di lasciarci presto alle spalle questo brutto periodo”.

 

 


EMERGENZA CORONAVIRUS. DICHIARAZIONE DEL VICESINDACO SECONDI: “ZERO POSITIVI, 4 GUARITI. FASE 2 DISEGNATA SULLA SITUAZIONE DEL CONTAGIO NEL NORD, AUSPICO UNA DIFFERENZIAZIONE REGIONALE”

Emergenza Coronavirus. Martedì 28 Aprile 2020. Dichiarazione del vicesindaco di Città di Castello Luca Secondi: “Oggi sta a me aggiornare la situazione, in quando il sindaco è impegnAto nelle sue funzione di presidente della Provincia di Perugia. I dati della ASL Umbria 1 sono in linea, con 4 guariti e zero nuovi positivi. La tendenza è dunque confermata con l’andamento dell’ultimo periodo ed è tranquillizzante. Inoltre continuano la donazioni: Matty & co, Società rionale Maddonna del Latte, Lion Club sono intervenute a favore dell’ospedale e Amare per ospedale ed operazione Buoni Spesa. La solidarietà che è scattata da subito prosegue anche negli ultimi giorni prima della Fase 2. E a proposito del regime che entrerà in vigore il 4 maggio prossimo, benchè avessino realizzato un programma di salvaguardia per la riapertura dei cimiteri, purtroppo bisogna attnersi alle direttive regionali che ci dicono per ora di non fare passi in avanti. E’ un tema che sta molto a cuore anche a me come ai tanti tifernati che non sono potuti andare a visitare i loro cari scomparsi. Ma non appena ci sarà un via libera, noi saremo pronti. Il tema delle riaperture è nel dibattito quotidiano: auspicavo, come molti comuni, situazioni di maggior libertà di manovra per artigiani, commercianti, liberi professionisti, che avevano aspettative diverse. Lo dico con profondo rispetto delle istituzioni, che si trovano a decidere tra tematiche e posizioni contrastanti: la salute dei cittadini e il tessuto economico. Ci si aspettava un trattamento differenziato rispetto alle realtà territoriali. Il decreto annunciato è più in linea con le esigenze delle Regioni del Nord che con altre regioni, come l’Umbria, che ha un assetto più stabile per quanto riguarda la pandemia. Di questo voglio ringraziare i tifernati, a loro va molto del merito per la stabilizzazione del dato. Si è dimostrato plasticamente che in questa fase il vero contrasto al virus è fatto dalla sommatoria dei comportamenti di ognuno di noi e la comunità tifernate ha dimostrato grande senso di responsbailità. La via d’uscita fino al vaccino non sarà lo stato di polizia ma la responsabilità dei comportamenti individuali a prescindere dalle riaperture.

 



EMERGENZA CORONAVIRUS. DICHIARAZIONE DEL SINDACO BACCHETTA: “CONFERMA DELLO ZERO POSITIVI, FASE DUE SIMILE A FASE UNO. FAREMO IL POSSIBILE PER RIAPRIRE: ORTI E PARCHI. STOP NAZIONALE SUI CIMITERI”

Emergenza Coronavirus. Lunedì 27 Aprile 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “L’aggiornamento di oggi conferma l’assenza di nuovi positivi e possiamo essere piuttosto soddisfatti della situazione. La Fase Due si è rilevata molto simile alla Fase Uno. Da qui a qualche giorno poco cambierà. L’Amministrazione farà tutto quello che nei prossimi quindici giorni – dal 4 maggio al 18 - potrà fare per alleggerire la situazione dei cittadini. Già nei prossimi giorni verranno riaperti gli orti sociali con un disciplinare di garanzia per la tutela della salute dei visitatori, riapriremo immediatamente i parchi con i controlli necessari, con il distanziamento sociale e senza assembramenti. La responsabilità anche penale di questa aree è dei sindaci: i tifernati si sono comportati bene e quindi meritano, anche per i bambini che speriamo presto, prima del 4 maggio se possibile, i parchi e le aree verdi tornino fruibili almeno per il genitore con i figli. Per quanto riguarda i cimiteri, c’è una disposizione rigorosa che non ne prevede la riapertura. Aspettiamo il via libera e ci dispiace molto. La misura naturalmente riguarda tutto il territorio nazionale e quindi anche Città di Castello. Tutto quello che è possibile lo stiamo organizzando. E’ importante consentire, dopo dure mesi di quarantena, qualche attività e allentare la tensione. I numeri della pandemia a Città di Castello sono tranquillizzanti con solo 36 positivi, un numero dimezzato in meno di 10 giorni. La situazione è migliorata ed è doveroso affrontare la fase nuova con uno spirito diverso. Le persone hanno dimostrato di meritare fiducia, c’è stata una grande autodisciplina, come dimostrano le poche sanzioni. Anch’io speravo che i provvedimenti del Governo prevedessero l’abolizione di molte delle misure più sacrificanti, questo è avvenuto solo in parte, per validi motivi immagino. Ci limiteremo ad attuare la normativa. Anche l’uso delle mascherine verrà disciplinato in modo diverso. Il messaggio che arriva dai dati del COVID di Città di Castello è tranquillizzante ma vanno ancora migliorati con le guarigioni per poter garantire quanto prima la sicurezza della popolazione”.

 



EMERGENZA CORONAVIRUS. DICHIARAZIONE DEL SINDACO BACCHETTA: “ZERO NUOVI POSITIVI E GUARITI, CRESCONO LE DONAZIONI. IL 4 MAGGIO DATA SPARTIACQUE PER IL RITORNO ALLA NORMALITA’”

Emergenza Coronavirus. Domenica 26 Aprile 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “Nella giornata di ieri non si sono registrate novità di rilievo. Niente guariti e niente nuovi positivi, per cui i dati sono di 36 positivi e 74 guariti. Sono numeri buoni che naturalmente devono essere confermati dal tempo ma che ci avvicinano alla Fase 2 con una certa tranquillità. Ringrazio il Lion Club attraverso il presidente Roberto Masi e la tesoriere Daniela Mannucci, hanno fatto un’ulteriore importante donazione per gli operatori dei vari reparti, la terza in poco tempo. Grazie per la sensibilità verso chi è in prima linea. Ringraziamo Amare e Cdcinema per le rispettive donazioni. L’impegno della società civile è stato encomiabile. Infine ringrazio la signora Luisa Zappitelli, tifernate di 108 anni, che ieri ha esposto dal balcone il Tricolore, rendendo omaggio al presidente Mattarella. Questo atto ha suscitato grandi simpatie e grande seguito mediatico, sui canali Rai e Mediaset, dimostrando la vitalità della nostra concittadina e il valore del messaggio che ha voluto trasmettere. In vista della Fase due, questa settimana l’Amministrazione definirà tutti i protocolli per la riapertura di parchi pubblici, orti e cimiteri con misure di sicurezza che escludano un ritorno del virus. Saremo pronti per il ritorno alla vita per così dire normale. Non credo che lo strumento repressivo sia la strada principale quanto la collaborazione dei cittadini, perché le norme di sicurezza sono state emanate a loro tutela. Il 4 maggio è una data spartiacque, fino ad allora rispettiamo tutte le disposizioni vigenti”.

 



EMERGENZA CORONAVIRUS. DICHIARAZIONE DEL SINDACO BACCHETTA: “ZERO POSITIVI E 4 GUARITI. SI LAVORA NELLA PROSPETTIVA DEL 4 MAGGIO PER RIAPRIRE PARCHI, ORTI CIMITERI”

Emergenza Coronavirus. Sabato 25 Aprile 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “Aggiorniamo la situazione con zero positivi e l’aumento delle persone guarite, che ieri sono state 4. Il totale è di 36 positivi e 74 persone guarite. Questo segnale di continuità consolida un quadro positivo ormai da molti giorni e ci consente di lavorare ai progetti legati alle riaperture: orti, cimiteri, parchi pubblici, tutto quanto apparteneva alla vita normale. Naturalmente con tutti gli accorgimenti del caso. Lavoreremo per mettere in sicurezza le persone e garantire una gestione sicura del ritorno alla normalità, confidando che i cittadini siamo molto prudenti e continuino ad essere responsabili. Torneremo ad abitudini più socializzanti ma nel segno del distanziamento sociale e della tutela personale, La data è quella del 4 maggio. Nella prospettiva ribadisco l’importanza di rispettare anche dopo tutte le regole e gli accorgimenti.

Oggi è il 25 aprile, lo abbiamo ricordato in modo diverso ma non minore, perché i principi ai quali si ispira sono molto importanti. Anzi l’amor di patria deve essere esaltato e non solo come un concetto astratto di paese ma nel senso di solidarietà che il Paese ha espresso in questi mesi e che deve essere consolidato e rafforzato quando nei mesi prossimi uscireremo dalla pandemia e dovremmo costruire un percorso comune per i nostri figli”.

 

 

 

EMERGENZA CORONAVIRUS. DICHIARAZIONE DEL SINDACO: “NESSUN NUOVO CASO, CHIUDE L’OPERAZIONE BUONI SPESA. PREOCCUPAZIONE PER L’ECONOMIA. AL LAVORO PER RIAPRIRE I CIMITERI PRIMA DEL 4 MAGGIO”

Emergenza Coronavirus. Giovedì 23 Aprile 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “Nella giornata di ieri non ci sono state nuove positività, non è stato individuato attraverso tampone nessun nuovo soggetto positivo, per cui il dato è di 48 positivi totali e ben 62 guariti. Questo elemento è molto importante perché non ci sono stati nuovi casi da giorni e con questa tendenza andremo verso la riapertura graduale delle attività. Abbiamo chiesto che Poste Italiane vada verso una riapertura totale per evitare afflussi incontrollati e concentrati. Oggi c’è il termine per la consegna dei Buoni Spesa del Comune: abbiamo distribuito buoni per 235mila euro dal Governo, oltre 20mila dal Comune e altri 7mila euro dalle associazioni. In questi giorni se ne aggiungeranno altre. E’ un bel segnale di solidarietà, che in questa bruttissima vicenda del Covid 19 è stata una costante di cui sono molto orgoglioso. Le iniziative del 25 Aprile sono state limitate da un’ordinanza prefettizia. Ci sarà un breve cerimonia di ricordo a cui ci dovremmo attenere. Le modalità saranno minime ma non per questo meno sentite, come per tutte le altre manifestazioni. Distribuiremo altre 2000 mascherine donate dalla ditta DKS, che voglio ringraziare per l’impegno profuso. Saranno consegnate alle farmacie soprattutto agli ultra 65enni. Dal 4 maggio in poi è auspicabile che a distribuire gratuitamente le mascherine sia la Regione Umbria. Non sono un demagogo ma è un atto che va fatto. Relativamente ai cimiteri: anch’io sono coinvolto e so quanto importante accedere ai cimiteri. Rimangono chiusi ma stiamo lavorando ad un disciplinare per aprirli prima del 4 maggio con autorizzazione prefettizia. Non ne abbiamo uno ma 47 e quindi l’organizzazione è complessa. Sull’economia: molte aziende per fortuna in questo periodo hanno continuato a lavorare ma altre sono state chiuse. Domani avremmo una riunione con le associazioni di categoria per capire come ripartire. Ritengo che la preoccupazione deve essere per il dopo. Se le attività economiche non ripartono i rischi sono molto molto seri”.


 

 

 

 

EMERGENZA CORONAVIRUS. DICHIARAZIONE DEL VICESINDACO: “NESSUN NUOVO CASO, TENDENZA CONFERMATA. DOMANI ULTIMA CONSEGNA DEI BUONI SPESA. RAGGIUNTE TUTTE LE 802 FAMIGLIE CHE AVEVANO FATTO DOMANDA”

Emergenza Coronavirus. Mercoledì 22 Aprile 2020. Dichiarazione del vicesindaco di Città di Castello Luca Secondi: “Svolgerò l’aggiornamento quotidiano io perché il sindaco è impegnato in attività che attengono il suo ruolo e l’incarico di Presidente della Provincia. L’ASL Umbria 1 ci ha comunicato che ci sono 6 guariti e non abbiamo nuovi positivi. Il trend è confermato e ci dà estrema speranza. Domani, nella giornata di giovedì 23 aprile, ci sarà un’ulteriore consegna dei Buoni Spesa. E’ stata scelta la località di Cerbara perché attraverso il sistema drive-in si garantisce la sicurezza per i cittadini. E’ stato copiato da altre realtà dove ha funzionato. Oltre ai 235mila euro che il Governo ha stanziato per i Buoni Spesa, il Comune di Città di Castello ha deciso di fare fronte alle richieste aggiuntive attraverso risorse proprie e associazioni così da coprire l’edigenza di tutte le 802 famiglie che hanno fatto domanda. La fragilità principale in questo contesto, oltre quella sanitaria, è la criticità economica del nostro territorio. La presidente di Muzi Betti Andreina Ciubini ha comunicato le molte donazioni che proseguono a favore della residenza per anziani: il presidente dei Medici di Famiglia Graziano Conti ha donato mascherine e un benefattore anonimo un tablet per collegamenti video tra ospiti e familiari. Lancio un messaggio di vicinanza a tutte le strutture che accolgono anziani della nostra città, perché è questo il segmento sociale più a rischio e per un messaggio di empatia. Quello che noi stiamo vivendo oggi, per loro è il regime quotidiano. Concludo citando un filosofo: la strada in salita e la strada in discesa sono la stessa strada, continuiamo dunque nella stessa direzione”.  ”.



EMERGENZA CORONAVIRUS. DICHIARAZIONE DEL SINDACO: “NESSUN NUOVO CASO, TENDENZA CONFERMATA MA DOBBIAMO RESISTERE PER NON VANIFICARE IL SACRIFICIO FATTO FINORA”

Emergenza Coronavirus. Martedì 21 Aprile 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “Diamo il consueto aggiornamento sulla situazione Covid 19 con nessun nuovo positivo ed un nuovo guarito. Il totale complessivo è di 54 positivo e 56 guariti, numero più alto dei malati. Intanto le quarantene finiscono e quindi calano nel numero quanti sono in isolamento ma questo virus è particolarmente infido e pericoloso. 480 sono i tamponi relativi alla struttura ASL, operazione che insieme all’indagine epidemiologica permette il controllo dei contagi. Strutture ospedaliere e case di riposo sono i contesti più critici e nel nostro caso i dati non registrano casi di positività. Siamo ancora in una fase di doveroso controllo,i ci dobbiamo attenere rigorosamente alle indicazioni della Regione. Qualche consigliere comunale mi invita a riaprire i cimiteri ma io mi confronto con i livelli superiori e il sacrificio dei cittadini non può essere vanificato. Non ha senso fare i primi della classe, riaprendo il cimitero quando tutte le altre strutture umbre sono chiuse. Fino a quando non cambieranno le disposizioni, ci conformeremo anche perché, se ripartisse il contagio, la colpa sarebbe del Comune. Domani ci sarà un riunione valuterà eventuali aperture agli orti civici, luogo di incontro degli anziani. Se teniamo chiusa Muzi Betti, non possiamo aprire gli orti. Dobbiamo aspettare che l’emergenza sia alle spalle e non torni, ne ha bisogno la nostra economia, che deve ripartire. Ci vuole ancora un po’ di pazienza e – lo dico anche ai miei consiglieri -  chi amministra non può fare fughe in avanti, deve essere responsabile. Ringrazio oggi gli operatori Sogepu che stanno svolgendo un ottimo lavoro anche da parte di alcuni cittadini, in quarantena, che usufruiscono di questi servizi e mi hanno segnalato il loro senso del dovere. E’ in arrivo un’ordinanza che sabato 25, domenica 26 e venerdì 1 Maggio prescrive la chiusura  dei supermercati. E’ giusto per chi vi lavora e per evitare affollamenti. Evitiamo di pensare che sia tutto finito: non facciamo come Dorando Petri che sul traguardo cadde e non vinse il titolo olimpico”.

 




EMERGENZA CORONAVIRUS. DICHIARAZIONE DEL SINDACO BACCHETTA: “SI CONSOLIDA ANDAMENTO POSITIVO CON ZERO NUOVI CASI. 54 POSITIVI E 55 GUARITI. 802 I BUONI SPESA CONSEGNATI”
Emergenza Coronavirus. Lunedì 20 aprile 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “Aggiorniamo la situazione con la buona notizia di zero nuovi casi che consolida l’andamento degli ultimi giorni anche se non vuol dire che il pericolo sia scampato. 54 le persone positive e 55 i guariti. Vogliamo ringraziare PKS che ha fatto una seconda donazione di mascherine che verranno distribuite alle farmacie. Quando con la Fase 2 ci sarà molto probabilmente l’obbligo della mascherina per tutti, la Regione Umbria dovrà garantire l’approvigionamento per tutti. Per ora il comune ne ha distribuite 7000, pur non avendo competenza in merito ma perché è giusto fare tutto quello che si può fare. Entro giovedì verranno consegnati i buoni spesa a 802 famiglie, voglio ringraziare per questo lavoro il Coc e i soggetti privati. Oltre a Governo, Comune e Sogepu anche Rotary e Lion hanno manifestato la loro solidarietà. Da oggi sono riaperte le Poste di Trestina, lo saranno lunedì mercoledì e venerdì, un segnale significativo verso la normalità dopo una forte richiesta dei cittadini della zona sud. Va ringraziato tutto il mondo delle associazioni e i signori Rosmini che doneranno all’ospedale in segno di riconoscenza per quello che gli operatori stanno facendo alcune opere della Bottega Artigiana Tifernate di Stefano Lazzeri. Per quanto riguarda i tamponi, vengono effettuati sia dagli Uffici territoriali di ASL Umbria che dentro la struttura sanitaria dell’ospedale. Il numero è di 850 sul territorio a cui si aggiungono quelli dentro l’ospedale e Muzi Betti. Si procede a marce forzate per avere un quadro il più chiaro possibile della situazione che allo stato è in evoluzione positiva ma non è affatto fuori la soglia critica. Ringrazio  i cittadini che hanno seguito le prescrizioni. La Fase 2 imporrà discorsi nuovi e diversi per le attività commerciali, industriali e alla vita di tutto i giorni”. A proposito dei Buoni spesa, l’assessore alla Protezione civile e ai Servizi Sociali Luciana Bassini precisa che “L’operazione Buoni Spesa è praticamente terminata l’opzione zero del numero unico 075 8002686 non è più attiva anche se il numero rimane in funzione per l’Emergenza Covid 19, per la consegna di farmaci e della spesa. L’ultima consegna è in programma giovedì prossimo per altre 287 famiglie e complessivamente 802 buoni distribuiti. Ne rimangono fuori un centinario su cui interverremo con risorse del comune, dei privati e con eventuali donazioni all’Iban IT34H0103021600 000002672133 causale per i Buoni Spesa". 
 



EMERGENZA CORONAVIRUS. DICHIARAZIONE DEL SINDACO BACCHETTA: “0 POSITIVI E 0 NUOVI NEGATIVI. NECESSARIO COORDINAMENTO DELLE ASSOCIAZIONI, TIFERNATI, RESISTIAMO IN CASA ALMENO FINO AL 4 MAGGIO”

Emergenza Coronavirus. Sabato 18 aprile 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “Aggiorniamo la situazione con zero positivi e zero negativi. Ma ci sono alcune novità: Poste Italiane aprirà l’ufficio di Trestina come chiesto dei cittadini anche se si segnala un afflusso ingente nella sede di via Gramsci. Forse è il caso di valutare un’estensione dell’orario per diluire gli accessi. Mi permetto, rispettando l’autonomia di tutti, di consigliere un allungamento delle aperture agli utenti. Abbiamo aggiunto risorse a quelle del governo per i Buoni Spesa così’ da soddisfare tutte le domande che sono state presentate per andare incontro ai cittadini. Passando alle donazioni, un aspetto importante per l’impegno civile di privati e associazioni. L’ordine dei Geometri ha donato 120 tute di sicurezza anti COVID agli operatori sanitari, mentre il Lion con il suo presidente Roberto Masi ha donato alla PAT una tensostruttura, 500 visiere, 30 tute e un econografo. Roberto e Roberta Cucciaioni hanno donato all’ospedale 1000 mascherine mettendo a disposizione la loro professionalità. Infine c’è una nota garbata del Consigliere Lignani che polemizza con l’Amministrazione che ha richiamato una associazione che ha donato mascherine ai cittadini. Questa associazione deve coordinarsi con il COC come tutte le altre anziché operare di sua iniziativa seguendo delle priorità. Cogliamo l’occasione però per ringraziare questa e tutte le altre associazioni che si stanno mobilitando per questa emergenza ma è necessario il coordinamento con il COC dell’Amministrazione comunale. Ogni atto deve essere trasparente ed essere regolato da criteri propri. Ho voluto rispondere al consigliere Lignani perché questo è un aspetto importante. Da qui al 4 maggio prossimo sarà necessario alzare ancora di più la guardia, i cittadini sono rispettosi delle regole e la risposta dei tifernati è stata all’altezza. Va tenuto conto che sono molte ormai le settimane dell’isolamento e della limitazione della nostra libertà, dobbiamo resistere e restate a casa, tenendo i nervi saldi.

 



 

 

 

EMERGENZA CORONAVIRUS. DICHIARAZIONE DEL SINDACO: “0 POSITIVI  E 2 GUARITI. 71 POSITIVI. A MUZI BETTI TAMPONI TUTTI NEGATIVI”

 

Emergenza Coronavirus. Venerdì 17 Aprile 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “L’aggiornamento di oggi registra zero positivi e due guariti. Sta scendendo il numero delle persone positive e aumentando quello delle persone negativizzate attraverso i tamponi. Sono dati provvisori, va sempre ricordato. Possiamo dire in manieria abbastanza sicura che c’è un grande trend di guariti a fronte di zero positività. Gli ultimi casi di positività, pochi, sono in isolamento domiciliare e non presentano sintomi gravi. Probabilmente il momento di massima espansione del virus è passato ma dobbiamo rimanere a casa anche se più tempo passa e più è complicato. Si sta creando una tensione la fase del ritorno alla cosiddetta normalità che speriamo avvenga in tempi brevi. E’ stata spostata Only Wine che si sarebbe dovuta svolgere alla fine del mese, speriamo che sia solo un rinvio, perché è una manifestazione che ha raccolto molto pubblico. Ci sono anche molti altri eventi su cui dobbiamo fare una riflessione per capire se potranno svolgersi in sicurezza. E’ necessario adottare una linea di prudenza e vediamo che intorno a noi altre manifestazioni storiche sono state sospese. Prioritario è che riparte l’economia: alcune imprese stanno lavorando da tempo in regola con le precauzioni con l’autorizzazione del Prefetto ma aspettiamo il 4 maggio per una ripartenza generale e questo è più di un auspicio. La nostra realtà essendo molto industrializzata ha bisogno di ripartire. Ringrazio il cavalier Franco Masini, presidente locale dell’Associazione Nazionale Carabinieri per la donazione al reparto Covid 19 e concludo ricordando che la distribuzione dei Buoni Spesa è in dirittura finale. La parte più difficile sarà dopo l’Emergenza. I cittadini devono uscire da questa fase emergenziale e noi saremo qui per fare in modo che avvenga in modo agevole. Infine un aggiornamento su Muzi Betti, gli esiti di tutti i tamponi effettuati, un fronte potenzialmente critico come dimostrano le cronache, è negativo, sia per operatori che per ospiti. A Muzi Betti il Covid 19 non è entrato, ringrazio operatori, direzione e Asl e diamo un grande sospiro di sollievo”.

 



EMERGENZA CORONAVIRUS. DICHIARAZIONE DEL SINDACO: “1 POSITIVO E NUOVI 9 GUARITI. 71 POSITIVI E 41 GUARITI COMPLESSIVI ”

 

 

Emergenza Coronavirus. Giovedì 16 Aprile 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “L’aggiornamento di oggi registra di nuovo un trend positivi con un positivo e 9 guariti. Sottolineo questo ultimo dato perché significa che la situazione si sta evolvendo positivamente anche se il virus è un fenomeno molto insidioso. Complessivamente i deceduti sono undici, l’ultimo un cittadino originario del Marocco, e 41 guariti. I positivi sono 71 con una diminuzione considerevole. Sono numeri provvisori ma che indicano una curva discendente. Ringrazio il Consolato del Marocco che provvederà alle spese per la tumulazione del signore scomparso qualche giorno fa. Ringrazio i dipendenti delle poste, altra categoria in prima fila che lavora in condizioni difficili. So che c’è stata una polemica con la direzione delle poste per l’apertura degli uffici, la situazione si va normalizzando, ci saranno altre aperture nei prossimi giorni. Riguardo a Muzi Betti, proseguono i tamponi e i risultati per ora sono negativi, anche per i pazienti. Questo per ora ci fa tirare un sospiro di sollievo, che è stata protetta per fortuna ma anche per bravura di chi la dirige e di chi ci lavora. Concludo con la canzone composta in onore dei nostri operatori sanitari dal maestro Giancarlo Galvani e interpretata da Alessandro Cecconi, che è già in rete. Ringrazio infine il grande lavoro epidemiologico che sta compiendo ASL Umbria con gli uffici del territorio che ha permesso di monitorare le persone positive e sta consentendo loro di agire in maniera molto efficace come dimostra il numero dei guariti. Faccio gli auguri a chi è ancora in quarantena ed attende l’esito del tampone e agli attualmente positivi sperando che guriscano quando prima”.



EMERGENZA CORONAVIRUS. DICHIARAZIONE DEL SINDACO DAL COC : “IL CUORE PULSANTE DELL’EMERGENZA. NESSUN POSITIVO. CONSEGNATE LE MASCHERINE ALLE FARMACIE”

 

Emergenza Coronavirus. Mercoledì 15 Aprile 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “L’aggiornamento di oggi viene dato da una sede nuova, il cuore pulsante di tutti gli interventi del Comune, il Coc, Comitato operativo comunale, presso la Cittadella dell’Emergenza. Ringrazio in particolare l’assessore alla Protezione civile Luciana Bassini, i dipendenti che vi lavorano, a partire dal dirigente Stefano Torrini, dal responsabile della Protezione civile Francesco Nocchi, Nicola Nardi, responsabile delle squadre operative, Fabrizio Mancini, Elena Mesce, Lucio Baldacci e il team dei Servizi Informatici e Telematici  impegnati con la gestione e la consegna dei Buoni Spesa. Nella giornata di domani è prevista l’ulteriore distribuzione di 360 buoni. Purtroppo ieri c’è stato un altro decesso, un signore di 59 anni residente nel nostro comune, facciamo a lui e alla comunità musulmana le nostre sentite condoglianze. Ricordiamo che questa comunità ha dato un contributo importante, anche dal punto di vista economico, nelle attività di contrasto al Covid 19. Siamo molto dispiaciuti e speriamo che tutto questo finisca presto. Nessun nuovo positivo. Statisticamente i numeri sono quelli già comunicati. Abbiamo consegnato le mascherine alle tre farmacie comunali e 280 alle sette farmacie private, con la priorità di distribuzione agli anziani. Ringrazio la Fondazione della Cassa di Risparmio che ha donato un monitor alla terapia intensiva dell’ospedale”.

 

 

EMERGENZA CORONAVIRUS. DICHIARAZIONE DEL SINDACO: “0 POSITIVI, 32 GUARITI E 84 QUARANTENE. AL VIA LA DISTRIBUZIONE GRATIS DELLE MASCHERINE AGLI ANZIANI. 800 DOMANDE PER I BUONI SPESA EROGATI PER 160MILA EURO”

 

Emergenza Coronavirus. Martedì 14 Aprile 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “Aggiorniamo anche oggi la situazione ai dati circoscritti alla giornata di ieri. Non c’è nessun positivo. Oggi cominceranno di nuovo ad effettuare i tamponi. Dentro la struttura ospedaliera aumentano le negatività e questo è il risultato di un ottima politica di prevenzione compiuta. Dal punto di vista generale: negli ultimi giorni abbiamo avuto una crescita consistente di guariti e un incremento molto bassi di positivi, 1 o 2 positivi contro 6 o 4 guariti. Le persone positive ad oggi sono 84 in isolamento familiare a casa. L’età media non è altissima e le condizioni di questi concittadini per ora non destano preoccupazione. 32 sono i guariti totali, le persone negativizzate. Pur essendo produnte, c’è qualche segnale positivo. Il COVID è in nemico insidioso che non è stato ancora battuto. Vogliamo organizzare gli ideatori e gli oltre 200 musicisti che hanno partecipato al concerto di Pasqua che è stato molto apprezzato. C’è una mobilitazione in ogni campo per rendere meno dura e sola questi giorni di isolamento. C’è chi è più esposto ai rischi, forze dell’ordine, commessi, personale sanitario, che anche oggi ringraziamo. Sta iniziando la distribuzione gratuita delle mascherine e riguarderà le persone più anziane attraverso le farmacie. Sono state valutate le oltre 800 domande per i buoni spesa e si stanno eorgando 160mila euro (guarda agenzia seguente, ndr). Speriamo che i tempi di questa emergenza non si dilatino eccessivamente perché l’emergenza economica è davvero preoccupante. Mi auguro che se i dati verranno confermati si possa andare quanto prima ad uin allentamento dei divieti, iniziando a tornare, con tutte le precauzioni, ad una vita normale. Fino al 3 maggio prossimo continueremo a vivere in questa condizione sospesa e dobbiamo resistere, pensando ai benefici futuri”.


 

 

 

 


 

EMERGENZA CORONAVIRUS. DICHIARAZIONE DEL SINDACO: “1 POSITIVO, 4 GUARITI E 32 NUOVE QUARANTENA. TENDENZA INCORAGGIANTE”

 

Emergenza Coronavirus. Domenica 14 Aprile 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “Aggiorniamo la situazione con il dato incoraggiante di 1 positivo in più a fronte di 4 persone guarite. Questa tendenza si va consolidando ed è di ottimo auspicio. L’isolamento sociale e la ricerca epidemiologica stanno dando i loro frutti e dobbiamo continuare così. La battaglia è molto lunga e molto noiosa ma la tendenza è incoraggiante. Non abbassiamo la guardia e compiamo l’ulteriore sacrificio delle nostre libertà quotidiane. Ringrazio la ASL Umbria 1 e i dati che ci fornisce quotidianamente perché ci danno un quadro più chiaro. Le quarantene nuove sono 32, non significa positività ma forme prudenziali per evitare che il contagio si allarghi. Il contesto nel quale ci stiamo muovendo è migliore di qualche tempo fa. Comportiamoci come stiamo facendo a parte qualche deprecabile episodio. La maggior parte dei tifernati sta rispettando le direttive. La settimana prossima comincerà la distribuzione delle mascherine gratuite attraverso le farmacie del territorio, pubbliche e private. Ringrazio gli autori del concerto di Pasqua di ieri, che ha avuto un gradissimo successo, molto superiore alle mie aspettative. L’idea è stata buona e ringrazio chi l’ha promossa. Infine ringrazio tutti gli operatori sanitari che lavorano anche a rischio personale, su tutti i livelli e a volte subendo anche le conseguenze di stare a contatto con la malattia".


 



 
 
EMERGENZA CORONAVIRUS. DICHIARAZIONE DEL SINDACO: “1 POSITIVO E 7 GUARITI. PROSEGUONO LE DONAZIONI. DOMANI ALLE 17.00 CONCERTO DI PASQUA SUI SOCIAL E IN 20 PUNTI DEL COMUNE”.
Emergenza Coronavirus. Sabato 11 Aprile 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “Aggiorniamo la situazione con numeri molto rassicuranti e un solo nuovo positivo a fronte di 7 guariti che passano a 22. Molti sono guariti negli ultimi giorni e questo è un buon segnale. Tuttavia l’ottimismo non deve farci flettere dal rispetto delle regole e delle limitazioni alla vita sociale tutto’ora in vigore. Ci sono state nuove donazioni per le quali ringrazio la Farmacia Fratini, l’associazione Quelli di là dal ponte, il dottor Paolo Tanzi che ha donato mascherine. La diocesi ha regalato un macchinario di notevole valore economico alla Radiologia dell’ospedale e l’associazione Carabinieri in congendo ha fatto una donazione a Fiore Verde e Rondine che si occupano di anziani. Colgo l’occasione per ringraziare le forze dlel’ordine che stanno monitorando la città e fanno un lavoro ingrato ma lo fanno nel nostro interese. Per quanto riguarda l’apertura delle poste c’è stata un ulteriore allargamento a Lerchi, Promano e Sansecondo. Aspettiamo quella di Trestina, sulla quale pesano motivi legati alla sicurezza che spero vengano superati. Ricordo la cerimonia con il vescovo Cancian nel cimitero monumentale di Città di Castello questa mattina in memoria di chi non ha potuto avere neanche un funerale. Infine anche in questa Pasqua non potevano mancare gli auguri della ultracentenaria Luisa Zappitelli, che invita i tifernati a restare a casa. Domani alle 17.00 l’Amministrazione e Sogepu hanno organizzato un concerto di Pasqua, ideato e diretto dal maestro Fabio Battistelli con 200 musicisti, che sarà trasmesso in tutto il comune attraverso venti postazioni. Ringrazio i tecnici del comune, Sergio Coltrioli e i musicisti. Domani, Pasqua, tornero ad aggiornarvi, sperando di potervi comunicare gli stessi dati positivi di oggi.  



 

Emergen

 


Condividi